header

Natura Sicula

Le guide di Natura Sicula hanno il compito di condurre e illustrare a persone singole o a gruppi di turisti ambienti acquatici o terrestri, compresi parchi e aree protette, o di affiancare, in ambito scolastico, il corpo insegnante in iniziative e programmi di educazione ambientale.

Salva il suolo

20161129 salvasuolo2

Differenziata

Raccolta_rid
Raccolta differenziata
Risposte rare a domande frequenti

5x1000

5x1000

Sostieni Natura Sicula con il 5x1000!!

Previsioni meteo

logo-meteo
Previsioni meteo per la Sicilia

Statistiche

Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Barriera arborea di Targia, indaga la Procura PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Luglio 2010 20:46
Share
Da “La Gazzetta del Sud” del 23-07-2010 - I magistrati vogliono vederci chiaro sul piano da oltre 800 mila euro che prevedeva la piantumazione di più di 19 mila alberi (solo 7 mila quelli messi a dimora)
Effettuata l’acquisizione di numerosi atti nell’ambito di un’inchiesta al momento a carico di ignoti
La Procura della Repubblica ha aperto un'inchiesta sulla barriera arborea tra Targia e Santa Panagia. Il progetto dell'amministrazione comunale per combattere l'inquinamento finisce così nel mirino degli inquirenti.
Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Antonio Nicastro, sono condotte dal Nictas, il Nucleo investigativo circondariale territorio e ambiente, composto dal personale ispettivo dell'Azienda sanitaria provinciale, che opera in supporto alla Procura. Sequestrati alcuni atti relativi all'appalto, alla progettazione, alla corretta esecuzione dei lavori.

Doveva essere uno dei pochi polmoni verdi cittadini per migliorare il volto della città e per assorbire diossine e rilasciare ossigeno. Per l'esattezza 19 mila 480 alberi da piantumare in sei aree per una spesa di circa 835 mila euro. Sembra invece siano stati piantumati circa 7 mila alberi nelle tre zone che hanno ottenuto il via libera da parte della Soprintendenza ai beni culturali e ambientali.
Piante che oggi si presentano appassite, secche, anche perchè non sembra sia stato previsto un sistema di irrigazione.
Gli inquirenti mantengono il massimo riserbo sulle indagini.
Sembra che nelle aule dell'ultimo piano del palazzo di giustizia si susseguano gli interrogatori. Al momento è stato aperto un procedimento contro ignoti. La Procura intende accertare però se il progetto curato dall'Ufficio tecnico del Comune sia stato rispettato.
L'iniziativa, nell'ambito del Piano di risanamento ambientale, era stato presentato nell'agosto del 2008. Una barriera antinquinamento dalla Targia fino all’ex Tonnara di Santa Panagia per un totale di 66 ettari. Una barriera ecologica che nelle intenzioni dell'amministrazione comunale avrebbe dovuto intercettare gli inquinanti prodotti dalle industrie e dalle autovetture.
Non solo. Anche un modo per ornare il paesaggio e salvaguardare il sottosuolo. Da subito erano arrivate le critiche di alcuni associazioni ambientaliste secondo le quali era impossibile far crescere degli alberi in un terreno prevalentemente roccioso e dove lo spessore della terra è quasi ovunque insufficiente.
Il progetto prevedeva la piantumazione di 7500 alberi di ulivo, 2800 tra carrubi di un anno, bagolati e ligustri, oltre 9 mila alberi più comuni come il mirto, corbezzolo, tamerice e alaterno. Previsti anche interventi di bonifica da materiali inerti ed ingombranti in prossimità della Tonnara.
Nel gennaio dello scorso anno la ditta Seicon di Castellammare del Golfo si è aggiudicata l'appalto. Tra marzo e aprile era avvenuta la piantumazione, sembra però con alcune modifiche rispetto al progetto iniziale, in quanto gli alberi previsti sembra siano stati non più di 7 mila e solo su tre zone e non su sei: si tratta di due aree a Targia, una proprio all'uscita nord della città, subito dopo la rotatoria; e l'altra alcune centinaia di metri dopo, adiacente alla strada. La terza si trova invece a Santa Panagia, in un’area vicino alla zona militare della Marina.
Ad oggi le piante si presentano in condizioni precarie. Le prime proteste erano arrivate nel giugno scorso: prima l'associazione ambientalista “Natura Sicula”, poi il gruppo consiliare Pd-Prc della circoscrizione Tiche. Era stato denunciato il mancato completamento della barriera arborea, la piantumazione solo di ulivi, e la scarsa manutenzione.
L'ultima domanda era relativa al finanziamento: per capire se erano stati spesi tutti gli oltre 800 mila euro previsti e in caso contrario che fine avessero fatto le risorse finanziarie non spese.

 

Alessandro Ricupero

Могучая рука выбила ружье "Скачать договор материальной ответственность"из рук Билли, отбросила его через плечо, и оно с "Скачать другвокруг на телефон"грохотом упало среди скал далеко в каньон и исчезло там.

Я не думал, что это столь "Майл взлом скачать программу"важно, он замолчал.

Они вошли в лабораторию, и Хейделл пустил в ход свою аппаратуру.

Именно он связался с нами "Кристина орбакайте скачать"и предложил.

Впереди раздался неожиданный звук, похожий на цокот копыт.

Я имел в виду нечто большее, "Вампир рыцарь скачать"прямо сейчас, если у тебя есть немного времени.

Ultimo aggiornamento Giovedì 09 Maggio 2013 14:33
 
cheap Zyrteccheap Vermaxcheap Xenical cheap Lisinoprilcheap Ventolincheap Premarin cheap Zoloftcheap Doxycycline cheap Zyprexacheap Flagyl cheap Prednisonecheap Zithromax cheap Acompliacheap Amoxil cheap Bactrimcheap Norvasc cheap Tadacipcheap Motrin cheap Cleocin