header

Natura Sicula

Cura il ripristino di un rapporto armonioso ed equilibrato tra l’Uomo e il suo ambiente. È iscritta all’Anagrafe delle ONLUS e dispone di un corpo di Guide naturalistiche accreditate.

 

Salva il suolo

20161129 salvasuolo2

Differenziata

Raccolta_rid
Raccolta differenziata
Risposte rare a domande frequenti

5x1000

5x1000

Sostieni Natura Sicula con il 5x1000!!

Previsioni meteo

logo-meteo
Previsioni meteo per la Sicilia

Statistiche

Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Oli vegetali esausti PDF Stampa E-mail
Share
Natura Sicula Siracusa raccoglie l’olio vegetale esausto di utenza domestica. Alla fine di ogni frittura, sversare l’olio rimasto in padella nello scarico del lavandino ha un costo ambientale, sociale ed economico notevole. Il rifiuto finito in mare o in un fiume, oltre a provocare fenomeni di fermentazione, danneggia la flora e la fauna in proporzione alla quantità sversata perché impedisce lo scambio di ossigeno tra l’aria e l’acqua, mettendo a rischio una serie di processi biologici. Nei comuni ove esistono i depuratori, gli oli esausti provocano disservizi perché ingrassano gli impianti.
Prendi la sana abitudine di accumularli in bottiglia e consegnali gratuitamente a Natura Sicula Siracusa, in piazza S. Lucia 24 C/D ogni mercoledì dalle ore 18:30 alle 20. L’olio esausto, puntualmente prelevato dalla Società “Ionica Ambiente”, viene conferito alle aziende di rigenerazione e trasformato in biodiesel.
In alternativa, nell'ambito di Siracusa capolouogo, puoi conferire l'olio esausto ai Centri Comunali di Raccolta e nei seguenti punti di raccolta:
- Giardinetti pubblici piazza Adda;
- Giardinetti pubblici via Padova;
- Giardinetti pubblici via Ozanam;
- Interno Protezione Civile Cassibile;
- Area di Servizio XOil Plemmirio;
- XIV Istituto comprensivo Papa Wojtyla.
Oltre agli oli vegetali esausti da frittura, si possono raccogliere insieme:
- oli e grassi alimentari deteriorati o scaduti;
- grassi animali come strutto di burro e di maiale;
- residui di oli di conserve (prodotti di gastronomia conservati sott'olio);
- residui di oli di prodotti in scatola (tonno, sardine, melanzane, ecc.)
L’olio vegetale, portato alle alte temperature necessarie alla frittura, modifica la sua struttura polimerica, si ossida e in più assorbe le sostanze inquinanti derivanti dalla carbonizzazione dei residui alimentari. Ne deriva una sostanza che perde tutto della originaria purezza e genuinità e che diventa un grave pericolo per l’ambiente.
Secondo il Testo Unico Ambientale (Dlgs 152 del 2006), le aziende (ristoranti, bar, trattorie, ecc.) che producono olio esausto e che non provvedono a consegnarlo alle aziende consorziate rischiano una multa da 250 a 1500 euro.
 

 

olio

 
Ultimo aggiornamento Martedì 11 Novembre 2014 06:34
 
cheap Zyrteccheap Vermaxcheap Xenical cheap Lisinoprilcheap Ventolincheap Premarin cheap Zoloftcheap Doxycycline cheap Zyprexacheap Flagyl cheap Prednisonecheap Zithromax cheap Acompliacheap Amoxil cheap Bactrimcheap Norvasc cheap Tadacipcheap Motrin cheap Cleocin