header

Natura Sicula

Aggregata alla Federazione nazionale Pro Natura di Torino, collabora con molti enti pubblici che garantiscono indipendenza.

Salva il suolo

20161129 salvasuolo2

Differenziata

Raccolta_rid
Raccolta differenziata
Risposte rare a domande frequenti

5x1000

5x1000

Sostieni Natura Sicula con il 5x1000!!

Previsioni meteo

logo-meteo
Previsioni meteo per la Sicilia

Statistiche

Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Fiume Manghisi: macchia mediterranea e sottobosto tagliati per far spazio a una struttura turistico-ricreativa-sportiva. E' riserva naturale. PDF Stampa E-mail
Mercoledì 05 Settembre 2012 13:59
Share
20120509_ridNoto. Laddove la natura è rigorosamente protetta e nessuna norma consentirebbe la realizzazione di strutture ricreative, turistiche e sportive, è sorta un’area privata con spazi a pagamento destinati al picnic, alla sosta dei camper, alla didattica, alle passeggiate a cavallo, al noleggio di bike e canoe e altro. L’area si chiama “Martin Pescatore” ed è stata inaugurata a fine luglio presso il ponte del fiume Manghisi, in zona A della Riserva Naturale Orientata “Cavagrande del Cassibile”, zona all’interno della quale la legge non consente “interventi in contrasto con la conservazione dell’ambiente naturale”, che invece sono previste espressamente solo in zona B.
La realizzazione dell’area ha comportato l’asportazione e il danneggiamento di piante arboree ed erbacee, appartenenti alla foresta ripale, al sottobosco e alla macchia mediterranea, e la collocazione di un cancello sull’antica Regia Trazzera che blocca il libero accesso al fiume nel punto in cui si trova il vecchio guado. Il tutto in palese violazione della legge sulle aree protette, del regolamento della riserva, del Piano Paesaggistico Provinciale, del diritto di fruizione libera del demanio fluviale, del vincolo di immodificabilità dell’area, e degli obblighi previsti per i Siti di Importanza Comunitaria (di cui il Manghisi fa parte), i quali, per la semplice probabilità che un’opera possa arrecare un pregiudizio per l'integrità e la conservazione del sito, impongono il ricorso alla Valutazione di Incidenza. Un esposto al Sindaco di Noto e alle sedi aretusee della Procura, dell’Azienda forestale, dell’Ispettorato forestale e della Soprintedenza, è stato presentato da Natura Sicula insieme ad altre 8 associazioni di protezione ambientale.

 

Il Presidente
Fabio Morreale

 

20120509

20120509_2

Ultimo aggiornamento Mercoledì 05 Settembre 2012 14:05
 
cheap Zyrteccheap Vermaxcheap Xenical cheap Lisinoprilcheap Ventolincheap Premarin cheap Zoloftcheap Doxycycline cheap Zyprexacheap Flagyl cheap Prednisonecheap Zithromax cheap Acompliacheap Amoxil cheap Bactrimcheap Norvasc cheap Tadacipcheap Motrin cheap Cleocin