header

Natura Sicula

Aggregata alla Federazione nazionale Pro Natura di Torino, collabora con molti enti pubblici che garantiscono indipendenza.

Salva il suolo

20161129 salvasuolo2

Differenziata

Raccolta_rid
Raccolta differenziata
Risposte rare a domande frequenti

5x1000

5x1000

Sostieni Natura Sicula con il 5x1000!!

Previsioni meteo

logo-meteo
Previsioni meteo per la Sicilia

Statistiche

Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

A difesa del Piano Paesaggistico di Siracusa Natura Sicula presenta ricorso al Tar PDF Stampa E-mail
Domenica 10 Giugno 2018 05:56
Share

20180608 Ognina ph aereaSiracusa. In data 08/06/18 l'associazione Natura Sicula, assistita dall'avvocato Sebastiano Papandrea, ha depositato al Tar di Catania un ricorso per l'annullamento parziale, previa sospensiva, del decreto dell'Assessore regionale dei Beni culturali e dell'Identità siciliana avente ad oggetto l'approvazione definitiva del Piano paesaggistico della provincia di Siracusa (D.A. n. 5040 del 10 ottobre 2017 pubblicato nella GURS n. 12 del 16 marzo 2018).

Attraverso questo ricorso, redatto in stretta collaborazione col Coordinamento Punta Izzo Possibile di cui Natura Sicula fa parte, si contesta la legittimità di alcune norme di attuazione del nuovo Piano, e in particolare: l'introduzione di una deroga generale e arbitraria ai vincoli paesaggistici in favore delle opere militari; la scelta di consentire la realizzazione di lidi, chioschi, ristoranti e depositi stagionali in aree costiere, naturalistiche e archeologiche soggette al livello di tutela 3 (il massimo); la previsione della possibilità d'istallare pontili galleggianti per l'ormeggio delle imbarcazioni in zone facenti parte dell'Area Marina Protetta del Plemmirio.
Nel complesso si tratta di prescrizioni, introdotte sotto forma di emendamenti all'originaria versione del Piano adottata nel 2012, che recano una grave lesione dell'interesse a un'adeguata protezione di contesti paesaggistici di eccezionale valenza naturalistica e archeologica, in netto contrasto con gli obbiettivi generali del Piano stesso e con i vincoli apposti su taluni beni dalla legislazione regionale, nazionale ovvero comunitaria.
Tra i beni interessati dalle prescrizioni del Piano impugnate, si annoverano, da Augusta a Siracusa: Capo Campolato, Capo Santa Croce, Punta Izzo, parte del Parco dell'Hangar, San Cusumano e Cava Sorciaro all'interno del Sito d'importanza comunitaria dei Monti Climiti, l'isolotto di Ognina e la costa meridionale del fiordo di Ognina, Punta Asparano, Punta del Cane, una porzione dell'Area Marina Protetta del Plemmirio, la spiaggia della Pizzuta o la spiaggia a nord dell'antica città greca di Eloro, contenente le rovine del Tempio dedicato a Demetra.
Con la proposizione di questo ricorso, Natura Sicula, i comitati e le associazioni che sostengono l'iniziativa, intendono contribuire alla difesa del valore, della coerenza normativa e della concreta efficacia del Piano paesaggistico di Siracusa, quale fondamentale "Costituzione del Territorio" garante di uno sviluppo finalmente compatibile con la conservazione e la valorizzazione del prezioso patrimonio naturalistico, storico e culturale di cui è ricca la nostra provincia.
Natura Sicula onlus
Coordinamento Punta Izzo

20180608 Ognina ph aerea

Ultimo aggiornamento Giovedì 14 Giugno 2018 16:37
 
cheap Zyrteccheap Vermaxcheap Xenical cheap Lisinoprilcheap Ventolincheap Premarin cheap Zoloftcheap Doxycycline cheap Zyprexacheap Flagyl cheap Prednisonecheap Zithromax cheap Acompliacheap Amoxil cheap Bactrimcheap Norvasc cheap Tadacipcheap Motrin cheap Cleocin