header

Natura Sicula

Associazione a carattere regionale fondata nel 2008 a Siracusa, dove conserva la sua sede legale. Tra le finalità ha la conoscenza, la tutela, la conservazione e la valorizzazione della biodiversità, degli habitat naturali, degli ecosistemi, delle tradizioni gastronomiche siciliane, della legalità, del patrimonio etno-antropologico, musicale, dialettale, ecc. 

Salva il suolo

20161129 salvasuolo2

Differenziata

Raccolta_rid
Raccolta differenziata
Risposte rare a domande frequenti

5x1000

5x1000

Sostieni Natura Sicula con il 5x1000!!

Previsioni meteo

logo-meteo
Previsioni meteo per la Sicilia

Pieghevole attività

2017 pieg01

Statistiche

Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Notizie
Riserva Ciane, tollerate le escursioni in quad PDF Stampa E-mail
Scritto da Natura Sicula   
Martedì 29 Gennaio 2013 15:02
Share

01 ridIn questo momento in cui alla Regione c’è aria di cambiamento, faremo sapere al Presidente Crocetta che è opportuno sottrarre la gestione della Riserva Naturale Orientata “Fiume Ciane e saline di Siracusa” alla Provincia di Siracusa per affidarla ad altro ente. Il perché è sotto gli occhi di tutti. Nella riserva il regolamento è come se non ci fosse. Da più di 10 anni denunciamo l’assenza di un Piano di Gestione; denunciamo pascolo in zona A, presenza di cacciatori ai confini dell’area protetta, restauri incompleti, uccellagione, pesca, navigazione a motore non autorizzata, attività commerciali alla foce, abbandono di rifiuti pericolosi alla Plaja, assenza di recinzione, introduzione di cani, prelievi di papiro, scarsa manutenzione dei sentieri, centri di accoglienza chiusi (box in legno alla fonte e all’imbarco), ecc.  

Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Aprile 2013 11:47
Leggi tutto...
 
Aree verdi solo sulla carta alla Pizzuta PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Fazzina   
Domenica 13 Gennaio 2013 21:45
Share
03 ridSiracusa. Alla vigilia delle elezioni amministrative 2004, l’allora ricandidato sindaco Bufardeci, posseduto da un improvviso e sospetto “furore botanico”, iniziò a battere le aree libere della Pizzuta nel quartiere Tiche per piantare alberi e piante di ogni specie.
Con l’avallo di qualche dirigente comunale troppo zelante e il sostegno di compiacenti associazioni naturalistiche, le inaugurazioni di piazze, giardini e aree verdi si susseguirono a ritmo vertiginoso con tanto di banda musicale, palchetto per le grandi occasioni e contorno di scolaresche esultanti.
Le cronache dell’epoca raccontano di un Bufardeci talmente calato nella parte di “sindaco ecologista”, da partecipare personalmente - zappetta in mano - alla piantumazione degli alberi.
Ultimo aggiornamento Martedì 23 Aprile 2013 18:05
Leggi tutto...
 
Tutti contro il MUOS, tranne il ministro dellinterno PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Morreale   
Mercoledì 09 Gennaio 2013 15:15
Share

01 ridChe importa se gli abitanti di Niscemi sono contro, se vogliono impiantarlo in una riserva naturale, se l’area è anche un Sito di Importanza Comunitaria, se 500 escursionisti provenienti da tutta la Sicilia hanno marciato contro, se la salute di 300 mila abitanti verrà seriamente compromessa dalle radiazioni, se l’Assemblea della Regione Siciliana ha votato contro, se il sito è già una bomba ecologica perché vi insiste la stazione NRTF della marina militare statunitense che dal 1991 emette radiazioni oltre i limiti di legge.
Per il ministro dell’interno Annamaria Cancellieri il “muostruoso” sistema di tre antenne satellitari che la marina militare statunitense vuole installare a Niscemi a seguito di un accordo USA-Italia del 2001 ratificato nel 2006, è da difendere!

Ultimo aggiornamento Sabato 13 Aprile 2013 04:28
Leggi tutto...
 
La solidarietà aiuta Mattia a crescere e vincere PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Morreale   
Mercoledì 09 Gennaio 2013 15:09
Share

01 ridLa sensibilità e la generosità di chi ruota attorno alla sezione siracusana di Natura Sicula ha consentito di raccogliere, nel corso dell’ultimo Natale, donazioni a favore del piccolo Mattia per oltre 500 euro. È il quarto anno consecutivo che la sezione aretusea raccoglie fondi per la stessa causa. L’importo è stato già accreditato.
Al piccolo, che è nato otto anni fa a Milazzo e vive a S. Giovanni La Punta (CT), questo genere di aiuti finanziari servono per curarsi da due malattie che lo accompagnano dalla nascita e che gli arrecano gravi forme di disabilità: la tetraparesi spastica (non muove gambe e braccia) e una grave forma di epilessia che colpisce un bambino su 150 mila, la Sindrome di West. Le possibili cure sono state dichiarate «insostenibili» dalla Sanità italiana. Durante i viaggi della speranza, i costi di vitto e alloggio per i genitori rendono ancora più difficile la situazione.

Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Gennaio 2013 17:49
Leggi tutto...
 
De Gresy: "Sto per abbandonare il progetto del villaggio turistico alla Pillirina". Maiorca: "Al nemico che fugge ponti doro!" PDF Stampa E-mail
Scritto da Patrizia Maiorca   
Martedì 18 Dicembre 2012 09:55
Share

20121218 ridE … “al nemico che fugge ponti d’oro!” Frase fatta che, però, esprime perfettamente lo stato d’animo mio e dei tanti siracusani accorsi in massa in difesa della Pillirina. Gaudio magno al pensiero che uno dei pochi tratti di costa rimasti liberi dal cemento possa rimanere intatto. Questo certamente abbiamo pensato nel leggere le dichiarazioni-minacce del marchese De Gresy. Che bello!!!
Forse non ci sarà più pericolo per un posto unico al mondo che, per ottusità e avidità di pochi, rischiava …. rischia di essere distrutto per sempre!! Non si può ricoprire di cemento la campagna della Pillirina! Non si può sostituire al frinire delle cicale e dei grilli, al canto degli uccellini il karaoke, al rombo del mare il frastuono di un mega villaggio turistico. Non si può ricoprire di cemento la campagna della Pillirina!

Ultimo aggiornamento Giovedì 09 Maggio 2013 14:33
Leggi tutto...
 
Sono il sindaco di Lampedusa... PDF Stampa E-mail
Scritto da Giusi Nicolini   
Mercoledì 21 Novembre 2012 17:18
Share

20121121 rid"Sono il nuovo Sindaco delle isole di Lampedusa e di Linosa. Eletta a maggio, al 3 di novembre mi sono stati consegnati già 21 cadaveri di persone annegate mentre tentavano di raggiungere Lampedusa e questa per me è una cosa insopportabile. Per Lampedusa è un enorme fardello di dolore.
Abbiamo dovuto chiedere aiuto attraverso la Prefettura ai Sindaci della provincia per poter dare una dignitosa sepoltura alle ultime 11 salme, perché il Comune non aveva più loculi disponibili. Ne faremo altri, ma rivolgo a tutti una domanda: quanto deve essere grande il cimitero della mia isola?

Ultimo aggiornamento Giovedì 09 Maggio 2013 14:33
Leggi tutto...
 
Cancello della tonnara di S. Panagia spalancato, a rischio l'ambiente e l'incolumità pubblica PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Fazzina   
Domenica 18 Novembre 2012 20:41
Share

20121118Siracusa. Il cancello di accesso alla strada che declina verso la Tonnara di Santa Panagia è spalancato ormai da parecchi mesi. L’ingresso libero e non sorvegliato consente a chiunque di entrare direttamente con ogni mezzo a motore (automobili, moto o furgoni) e di raggiungere indisturbato la Tonnara o, peggio, di scorrazzare pericolosamente lungo la pista ciclabile, con il rischio di travolgere sportivi, pedoni e ciclisti, abituali frequentatori del percorso in terra battuta.
A questa situazione già grottesca e paradossale, si aggiunga poi che lungo tutto il percorso che conduce alla Tonnara, interessato qualche anno fa da una parziale bonifica, sono ricomparse numerose discariche abusive. Alcuni nostri “concittadini”, infatti, incoraggiati dalla facilità di accesso e dall’isolamento dell’area, sottoposta a vincolo archeologico e ambientale, protetti dall’oscurità della notte, hanno ricominciato l’incivile abitudine di gettare materiale di risulta da attività edile e di giardinaggio, sacchi di spazzatura, vecchi indumenti, mobili ed elettrodomestici dismessi. Sono state rinvenute anche lastre di amianto!

Leggi tutto...
 
C'è posta per il sindaco PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Morreale   
Lunedì 12 Novembre 2012 17:09
Share

01 ridSiracusa. Saranno recapitate domani al Sindaco di Siracusa le cartoline della biciclettata “Il sentiero delle Go Bike”. I numerosi cittadini che sabato scorso hanno manifestato in bici contro la spesa di oltre un milione di euro compiuta nel 2009 per avviare un servizio di bike sharing ma che è servita solo a sprecare denaro pubblico perché attualmente non esiste una sola bici in nessuna delle 15 ciclostazioni, hanno voluto compilare delle interessanti cartoline indirizzate al Sindaco. La biciclettata, guidata dal sottoscritto e da Fabio Fazzina, è stata l’ultima delle numerose iniziative (ultima solo in ordine cronologico, la prima fu una denuncia in Procura) che l’associazione Natura Sicula ha organizzato contro questa incresciosa vicenda assurta anche alle attenzioni di “Striscia la notizia”. Negli ultimi due anni infatti è apparsa chiara l’intenzione dei genius loci Stefania Prestigiacomo, Roberto Visentin, Mauro Basile e Concetto La Bianca (rispettivamente ex Ministro dell’Ambiente, Sindaco di Siracusa, Assessore ai Trasporti e Assessore ai Lavori Pubblici): spendere soldi per creare un servizio senza impegnarsi a mantenerlo.
Lasciando a voi ogni commento e alla magistratura l’individuazione dei responsabili, vi riportiamo una sintesi dei pensieri lasciati sulle cartoline.

Ultimo aggiornamento Lunedì 12 Novembre 2012 17:18
Leggi tutto...
 
Zeppole & Crispelle PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Morreale   
Lunedì 12 Novembre 2012 08:31
Share

20121112Cari Amici,

San Martino è ormai alle porte e molti di noi, com'è tradizione, si accingono a preparare zeppole e crispelle.

Vi ricordiamo che l'olio della frittura danneggia l'ambiente. Se finisce in mare o in un fiume, infatti, oltre a provocare fenomeni di fermentazione, è causa di danni alla flora e alla fauna poiché impedisce lo scambio di ossigeno tra l’aria e l’acqua, mettendo a rischio una serie di processi biologici.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 11 Novembre 2015 11:11
Leggi tutto...
 
Il sentiero delle Go Bike PDF Stampa E-mail
Scritto da Natura Sicula   
Martedì 06 Novembre 2012 20:18
Share

20121106 ridPercorso in bicicletta lungo le principali ciclostazioni Go Bike dislocate nella città di Siracusa per manifestare contro lo spreco di € 1.200.000, già denunciato due anni fa da Natura Sicula alla Procura. Nel 2009 il Ministero dell’Ambiente e il Comune di Siracusa stipularono un protocollo d’intesa per implementare il sistema di mobilità sostenibile. Il Ministero fornì al Comune 150 bici a pedalata assistita e 19 quadricicli, e garantì un contributo di 500.000 € per la gestione e la manutenzione del servizio. Ad oggi, il Comune ha ricevuto solo 325.000 € e ha dovuto anticipare la differenza. Per mancanza di un’adeguata e periodica manutenzione le bici sono fuori uso e accatastate come ferro vecchio all’ex Mercato Ittico del Molo S. Antonio. L’iniziativa di oggi ha lo scopo di riportare i fatti all’attenzione della cronaca e di sensibilizzare i cittadini (appassionati di ciclismo e non!) a quest'ennesimo caso di allegra gestione delle risorse pubbliche.

Ultimo aggiornamento Sabato 13 Aprile 2013 04:28
Leggi tutto...
 
Porto Grande inquinato. Le soluzioni ignorate PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Morreale   
Martedì 06 Novembre 2012 09:52
Share

DSCN2950 ridSiracusa. Ritorna il silenzio sui reflui sversati nel Porto Grande. L’inquinamento causato dai 12 milioni di mc/annui di reflui depurati, ma ancor ricchi di carica batterica, che vengono sversati dal 1985 nel Porto Grande, non interessano né l’amministrazione comunale né la SAI8, la società che gestisce le acque. Negli ultimi anni i reflui hanno causato continui processi di eutrofizzazione riconoscibili per le macchie rosso-marrone alla foce del canale con cui vengono addotti al porto. La situazione di degrado ha assunto anche dei connotati “spettacolari” visto che i fanghi in sospensione sono visibili a occhio nudo e sono stati ripetutamente oggetto di video e servizi fotografici. Dunque solo chi è incapace di intendere e di volere non arriva a sospettare che la SAI8, la società di gestione, risparmia sullo smaltimento dei fanghi.

Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Aprile 2013 11:47
Leggi tutto...
 
Mare negato anche alla vista in via Dionisio il Grande PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Morreale   
Martedì 30 Ottobre 2012 09:33
Share

03 ridSiracusa. Privati dell’accesso a mare, oggi anche del panorama. Il proprietario dell’hotel sito in Riviera Dionisio il Grande n. 50 continua ad agire indisturbato contro gli interessi pubblici. Malgrado sia accusato di aver violato alcune norme ambientali e urbanistiche e sia imputato di falso commesso per ottenere maggiori volumi e spazi nella costruzione della struttura alberghiera, non è soddisfatto del risultato ottenuto. Aver realizzato abusivamente un altro vano, una piazzola in cemento, una fossa imoff, un contromuro in calcestruzzo e una recinzione che impedisce il libero accesso alla vicina spiaggia (così da renderla a uso esclusivo dei clienti dell’hotel), non lo appaga. Adesso ha concentrato le proprie energie sulla creazione di una barriera vegetale che isoli definitivamente la spiaggia dalla via soprastante, impedendo al cittadino di affacciarsi dal marciapiede per osservare il panorama del porto piccolo.

Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Aprile 2013 11:47
Leggi tutto...
 
Prima giornata nazionale del camminare PDF Stampa E-mail
Scritto da Natura Sicula   
Martedì 09 Ottobre 2012 07:47
Share
20121009Natura e camminare: un binomio inscindibile che ritrova finalmente la sua voce corale all'interno degli spazi urbani di Lentini giorno 14 ottobre con la "1a Giornata Nazionale del Camminare". Natura Sicula Lentini ha appoggiato, supportato e si è resa attiva per realizzarla presso il Comune di Lentini, che ha gentilmente invitato tutte le associazioni del territorio a parteciparvi. Una bella occasione per fare sentire la voce del passo dei nostri soci in coro e in armonia con le altre associazioni. Buon cammino.

Острые "Музыка скачать иностранная"камешки впивались в его ступни, поэтому "Скачать книгу последняя песня николаса спаркса"он знал, что оставляет на земле кровавый "Руки вверх атаман скачать песню"след.

В наступившем безмолвии двое справа от него упали "Скачать рамки для поздравлений"замертво.

Я же обладаю "Игры богов акт 5"даром предвидения, усмехнулся Ларри.

И мы оба "Формулы по математике скачать"пойдем под нее, если ты не отзовешь эмиссара.

Послушай, я "Анимированные скачать смайлики"никак не хочу обидеть "Скачать видео массаж"Хормазда, настаивал второй эльф, но семьдесят "Скачать песню нежность анна герман"восемь или сто семьдесят восемь не вижу в "Смешарики ру игры"этом никакого искусства.

прощебетал женский голос, и Дейзи поспешно вышла из глубины Собора.

Ultimo aggiornamento Martedì 23 Aprile 2013 18:05
 
"La città degli asini": prende il via un campo di volontariato organizzato da Natura Sicula PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Morreale   
Mercoledì 03 Ottobre 2012 14:45
Share
20121003_ridSiracusa. Completati gli arrivi, entra a pieno regime il campo di volontariato del progetto “Gioventù in Azione. La città degli asini” destinato a una trentina di giovani provenienti da cinque paesi europei molto differenti tra loro: Italia, Polonia, Romania, Turchia e Repubblica Ceca. Per quasi due settimane i ragazzi, ospiti della nostra associazione, vivranno gli Iblei siracusani all’insegna della sostenibilità, dell’ecologia e della protezione ambientale. Organizzato da Natura Sicula con altre associazioni partner e il patrocinio della Unione Europea, il progetto ha lo scopo di avvicinare i giovani provenienti da contesti di svantaggio sociale, economico, culturale o educativo, alla natura e alle sfide ambientali.
Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Aprile 2013 11:47
Leggi tutto...
 
Miracolo al Parco Robinson di Bosco Minniti: questa mattina è stato ripulito! PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Fazzina   
Venerdì 28 Settembre 2012 14:29
Share
DSC04671_ridSiracusa. A distanza di appena tre giorni dalla denuncia sullo stato abbandono del Parco Robinson di Bosco Minniti, questa mattina una squadra di operai dell’Igm ha provveduto a rimuovere i cumuli di immondizia e il legname bruciato dei chioschi dati alle fiamme nei mesi scorsi, a potare le siepi, a tagliare l’erba alta e la sterpaglia lungo i vialetti, a ridare, insomma, il decoro che questo parco merita.
I cittadini potranno, finalmente, riappropriarsi del più esteso luogo di aggregazione di Siracusa con i suoi 50.000 mq senza il timore di essere assaltati da topi, zecche, scarafaggi ed insetti di ogni tipo e senza essere costretti a  passeggiare tra i rifiuti e nel degrado assoluto.
Ovviamente l’intervento di stamattina rimane il primo - anche se significativo - passo verso la completa riqualificazione del Parco, che passa, tuttavia, dal suo affidamento a soggetti qualificati, che garantiscano il mantenimento della pulizia e dell’igiene, la gestione del verde pubblico e la valorizzazione di tutta l’area.
Ultimo aggiornamento Martedì 23 Aprile 2013 18:05
Leggi tutto...
 
Parco di Bosco Minniti, spesi oltre 2,5 milioni di euro per realizzarlo e abbandonarlo PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Fazzina e Marina Zappulla   
Mercoledì 26 Settembre 2012 13:59
Share
DSC04645_ridSiracusa. Dopo gli scandalosi sprechi denunciati per il parcheggio non ancora completato di via Mazzanti (oltre 4.000.000 €), il fallimentare servizio del “Go Bike” e dei bus elettrici (2.500.000 €), la barriera arborea mai realizzata a Targia (800.000 €) e i pannelli fotovoltaici sui tetti degli Istituti   Comprensivi “P. Orsi” e “G. A. Costanzo” mai entrati in funzione (20.000 €), l’ennesimo inaccettabile esempio di un impiego di ingenti risorse pubbliche improduttive di benefici per la collettività è rappresentato dal Parco Robinson di Bosco Minniti.
Quello che doveva rappresentare il grande “polmone verde” di Siracusa, il più esteso luogo di aggregazione della città con i suoi 50.000 mq, è oggi, invece, il simbolo della disastrosa gestione delle amministrazioni comunali, targate Bufardeci e Visentin, che si sono succedute negli ultimi tredici anni, colpevolmente indolenti e manifestamente incapaci di salvaguardare e valorizzare una risorsa straordinaria come il parco di Bosco Minniti, ridotto ormai a terra di nessuno, dove lo spettacolo che si presenta quotidianamente agli occhi increduli e sconcertati dei cittadini, che hanno il coraggio di varcare il cancello e passeggiare lungo i vialetti o sedere sulle poche panchine ancora agibili, è desolante e indegno di una città civile: cumuli di immondizia e materiale di risulta sparsi ovunque e ricettacolo di zecche, scarafaggi ed insetti di ogni tipo, bagni impraticabili, molti giochi per bambini ormai inutilizzabili, panchine divelte e, ovviamente, verde pubblico in totale abbadono con erbacce infestanti e sterpaglia che ricoprono quello che avrebbe dovuto essere il prato!
Tanto, forse troppo, è stato detto e scritto su questa ennesima vergogna siracusana!
Ultimo aggiornamento Mercoledì 26 Settembre 2012 14:13
Leggi tutto...
 
L'adozione del Piano Paesaggistico di Siracusa non va preceduta dalla Valutazione di Impatto Ambientale. Lo stabilisce il Consiglio di Giustizia Amministrativa PDF Stampa E-mail
Scritto da Studio Legale Giuliano   
Martedì 11 Settembre 2012 20:34
Share
20120911_ridLa pronuncia del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Sicilia era attesa da mesi da tutte le parti coinvolte nei ricorsi sul piano paesistico. Nella seduta del 5 settembre scorso, convocata per discutere sull’istanza cautelare relativa al ricorso contro il piano paesistico di Siracusa presentato dal Comune di Sortino, il CGA ha stabilito che “l’adozione del piano paesistico non deve essere preceduta dalla valutazione di incidenza ambientale”. Nell’ordinanza il CGA sostiene, inoltre, la prevalenza del fine di tutela del piano paesistico, ovvero la priorità del piano su tutti gli interessi di altra natura (socio-economico-culturali).
Ultimo aggiornamento Martedì 11 Settembre 2012 20:38
Leggi tutto...
 
Fiume Manghisi: macchia mediterranea e sottobosto tagliati per far spazio a una struttura turistico-ricreativa-sportiva. E' riserva naturale. PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Morreale   
Mercoledì 05 Settembre 2012 13:59
Share
20120509_ridNoto. Laddove la natura è rigorosamente protetta e nessuna norma consentirebbe la realizzazione di strutture ricreative, turistiche e sportive, è sorta un’area privata con spazi a pagamento destinati al picnic, alla sosta dei camper, alla didattica, alle passeggiate a cavallo, al noleggio di bike e canoe e altro. L’area si chiama “Martin Pescatore” ed è stata inaugurata a fine luglio presso il ponte del fiume Manghisi, in zona A della Riserva Naturale Orientata “Cavagrande del Cassibile”, zona all’interno della quale la legge non consente “interventi in contrasto con la conservazione dell’ambiente naturale”, che invece sono previste espressamente solo in zona B.
Ultimo aggiornamento Mercoledì 05 Settembre 2012 14:05
Leggi tutto...
 
Tempi di biodegradazione dei rifiuti allingresso di riserve e demani PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Morreale   
Martedì 04 Settembre 2012 12:35
Share
20120904_1_ridCollocati a Siracusa 20 pannelli sui tempi di biodegradazione dei rifiuti. L’iniziativa è nata dalla collaborazione della nostra associazione con l’Azienda forestale di Siracusa. All’ingresso di riserve naturali come Vendicari, Valle dell’Anapo e Cava Grande del Cassibile, ma anche di demani forestali come Cava Carosello, Bosco Contessa e Pineta di S. Maria, è possibile incontrare pannelli in bachelite che invitano il visitatore a non lasciare altro che l’impronta del proprio piede e a riflettere sui tempi di degradazione dei rifiuti. Tempi che, si spiega, talvolta sono lunghissimi, soprattutto se si tratta di vetro (4000 anni), polistirolo (100-1000 anni), plastica (100-1000 anni) o alluminio (10-100 anni), cioè dei rifiuti che vengono maggiormente abbandonati dagli incivili. L’obiettivo dei pannelli è responsabilizzare i visitatori più “allegri” a un senso di civiltà più evoluto, affinché collaborando si possa mantenere inalterata la natura dei luoghi fruiti.
Ultimo aggiornamento Giovedì 09 Maggio 2013 14:33
Leggi tutto...
 
NOI NON CI STIAMO!! PDF Stampa E-mail
Scritto da SOS Siracusa   
Sabato 14 Luglio 2012 07:52
Share
20120714_ridPorto Grande di Siracusa ridotto a una fogna a cielo aperto
E nel mare del Porto Grande calò il buio più profondo: acque nere, sporche, putride, maleodoranti, limacciose.
In un video che sta spopolando su Facebook, un coraggioso cittadino ha filmato l'origine di tale vergogna: il canale Grimaldi.
Un canale nel quale vengono sversati i reflui di un’intera città dopo essere stati “trattati” presso il depuratore di contrada Canalicchio, un depuratore il cui funzionamento lascia parecchi dubbi e che ad onor del vero è stato posto sotto sequestro dalla Procura della Repubblica lo scorso mese di Marzo.
Ultimo aggiornamento Giovedì 09 Maggio 2013 14:33
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 16
cheap Zyrteccheap Vermaxcheap Xenical cheap Lisinoprilcheap Ventolincheap Premarin cheap Zoloftcheap Doxycycline cheap Zyprexacheap Flagyl cheap Prednisonecheap Zithromax cheap Acompliacheap Amoxil cheap Bactrimcheap Norvasc cheap Tadacipcheap Motrin cheap Cleocin