Notice
Corpo forestale: scempio ambientale, l'area attrezzata al fiume Manghisi Stampa
Scritto da Fabio Morreale   
Sabato 09 Febbraio 2013 09:40
Share

20130209 ridIl proprietario della ditta “Martin Pescatore”, l’area attrezzata inaugurata lo scorso luglio in una porzione del fiume Manghisi ricadente nella zona A della Riserva Naturale Orientata “Cava Grande del Cassibile”, è stato deferito all’autorità giudiziaria per scempio ambientale in area protetta, e gli sono state verbalizzate due sanzioni pecuniarie. È questo l’esito delle indagini del Nucleo Operativo provinciale del Corpo Forestale di Siracusa, giunto sul posto a ottobre e a gennaio, dopo che otto associazioni ambientaliste del siracusano avevano presentato a settembre un esposto al Sindaco di Noto e alle sedi aretusee della Procura, dell’Azienda forestale, del Corpo Forestale e della Soprintendenza. Tra le associazioni firmatarie, Natura Sicula, Acquanuvena e Legambiente.

Al titolare della ditta, sono state contestate una serie di infrazioni già indicate nell’esposto delle associazioni ambientaliste, ovvero:

 

  •  realizzazione di recinzioni abusive;
  •  preclusione alla libera fruizione di una vasta area della riserva naturale regionale;
  •  ostruzione dell’alveo fluviale con pietrame al punto da mutare la naturale regimentazione delle acque;
  •  creazione di due sentieri;
  •  danneggiamento del patrimonio botanico;
  •  mancato possesso delle autorizzazioni necessarie del Genio Civile e del Comune di Noto;
  •  mancato rispetto del protocollo di intesa del 2007 stipulato con l’Azienda Foreste Demaniali di Palermo e l’Assessorato regionale Territorio e Ambiente.

Fabio Morreale
Presidente Natura Sicula

20130209

Ultimo aggiornamento Sabato 09 Febbraio 2013 09:44